03242017Ven
Last updateVen, 24 Mar 2017 7pm

Eduardo De Filippo


Eduardo De Filippo
Eduardo De Filippo, conosciuto anche solo con il nome di  Eduardo (Napoli, 24 maggio 1900 – Roma, 31 ottobre 1984), attore e regista di teatro, di cinema, sceneggiatore e soprattutto, poeta. Eduardo De Filippo, riconosciuto rappresentante della cultura italiana del novecento è stato autore di drammi teatrali di grande successo. Candidato al premio Nobel per la letteratura. Fu nominato senatore dal presidente Sandro Pertini. Eduardo De Filippo commedie, Eduardo De Filippo frasi, eduardo de filippo poesie.


Sottocategorie

  • In questa categoria trovi le opere teatrali di Eduardo De Filippo

    Farmacia di turno (1920)
    Uomo e galantuomo (1922)
    Requie a l'anema soja... (1926)
    Ditegli sempre di si (1927)
    Filosoficamente (1928)
    Sik-Sik, l'artefice magico (1929)
    Chi è cchiù felice 'e me! (1929)
    Quei figuri di trent'anni fa (1929)
    Natale in casa Cupiello (1931)
    È arrivato 'o trentuno (1931)

    Gennareniello (1932)





    Il dono di Natale (1932)
    Quinto piano, ti saluto! (1934)
    Uno coi capelli bianchi (1935)
    L'abito nuovo (1936)
    Pericolosamente (1938)
    La parte di Amleto (1940)
    Non ti pago (1940)
    lo, l'erede (1942)
    Mia famiglia (1955)
    Bene mio e core mio (1955)

    Il figlio di Pulcinella (1958)
    Dolore sotto chiave (1958)
    Sabato, domenica e lunedì (1959)
    Il sindaco del Rione Sanità (1960)
    Tommaso d'Amalfi (1963)
    L'arte della commedia (1964)
    Il cilindro (1965)
    Il contratto (1967)
    Il monumento (1970)
    Gli esami non finiscono mai (1973)

    De Pretore Vincenzo (1957)
    Napoli milionaria! (1945)

    Occhiali neri  (1945)
    Questi fantasmi!  (1946)
    Filumena Marturano  (1946)
    Le bugie con le gambe lunghe  (1947)
    La grande magia  (1948)
    Le voci di dentro  (1948)
    La paura numero uno  (1950)
    Amicizia  (1952)



  • Poesie di Eduardo De Filippo. Eduardo De Filippo scrive le sue prime poesie quando viveva ancora in Collegio e proprio alla moglie del direttore si ispira e dedica una delle sue prime poesie di tono scherzoso. Con Eduardo il dialetto napoletano assurge a lingua utilizzata per dare tono e senso alle sue poesie. Leggendo le poesie di Eduardo De Filippo si entra con forza nella vita quotidiana della gente che vive le bellezze, le angoscie, le speranze, con spirito di ironia e di drammaticità singolarmente incisivi.

Sezioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info