Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Salvatore Fittipaldi
Fly me to the moon

ho letto, per rilevazione, per così dire, letterale, questa cosa:
- When there wasn't war, cantavamo Fly me to the moon,
perchè la leggerezza è l'unica astuzia per sopportare secoli
di dominazione-:

allora ho pensato, pure, che la leggerezza, da sola, non esclude
il peso sofferto, tollerato, senza fine dell'oppressione, dell'inganno,
del soggiorno infinito delle ombre oscure che conducono al dolore:

capire e condannare gli orrori della guerra, probabilmente, è la norma
ma mettere al centro dell'attenzione ogni singola persona, ogni singola
vittima, ogni più piccola, o grande, sofferenza, mi sembra di non averlo
capito abbastanza se la ragione, a ragione o torto, non cade , come grado
di tragicità esistenziale, nella malinconia

Potrebbero interessarti