Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

penna vecchia
Poesia di Lorenzo Corda 
Universo parallelo

Se posso sedermi qui
e scrivere qualche verso,
libero ed innocente,
vuol dire che sono ancora vivo,
che la mia anima non è perduta del tutto.
Sono ancora vivo e vegeto,
il mio aspetto me lo ha portato via il tempo,
non ci ha lasciato che poche speranze e poche ambizioni.
Ma io so che in fondo,
c'è una persona eterna che ride
sulla morte, sul fallimento,
era il gran ragazzino che sono stato
tanti anni fa.
Dammi la mano, amico mio,
ricorda con me le avventure e gli ozii,
portami con te,
in un universo parallelo
dove vivrò ancora.