Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-lorenzo-corda/poesia-di-lorenzo-corda-creatura-perduta
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktbG9yZW56by1jb3JkYS9wb2VzaWEtZGktbG9yZW56by1jb3JkYS1jcmVhdHVyYS1wZXJkdXRh
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Lorenzo Corda
    Creatura perduta

    Gli angeli sono venuti

    e non mi hanno trovato.

    Sacrifica per Me il tuo primo figlio maschio,

    ma se io non mi presenterò,

    il conto chi lo pagherà?

    Gli angeli sono venuti,

    ma io sono scappato,

    il peccato brucia sulla pelle,

    che il tuo cuore il Signore peserà sulla bilancia.,

    se io non mi presenterò,

    il conto chi lo pagherà?

    Gli angeli sono venuti

    a infastidirmi,

    dissi, "così non va,

    dopo una bella bevuta, ripassate!"

    Se Cristo tornasse

    vi piglierebbe a schiaffi,

    le vostre tonache, angeli miei,

    bestemmierebbe,

    ma se io non mi presento

    il conto chi lo pagherà?

    "Ripassate domani,

    ora sono fisiologicamente

    una creatura perduta."

    Commenti

    Potrebbero interessarti