Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giovanni Gavino Arras 
Luce d'Agosto 

Eco avvicinate

Sulle rive di questo mare

Impedenti

Come sabbie mobili

Di fievoli voci giovanili

Lungo il mare dell’ovest

Piccoli specchi di luce

Infiammando crespe

il fiato dell’infinita distesa:

Quella che scuote dai piccoli fianchi il sogno di bambina

Che fende a bracciate i muscoli del mare, poderosi

Che dirige gagliarde orde

Che riflette ingranaggi di sole

Che scava recessi di spiagge infilando il piede nel crepaccio

Che segue le orme del riccio

Che sogna di rifar le stesse cose, semplicemente

Sopra ogni stelo di spontanea erba

Riposa

il velo sporaceo del domani