Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti
Poesia di Gabriele
L'infernale errore

Prima di morire scarico il testo quì  Signore mio!
Come L'anima la domenica vola, io vivo pittore in cielo
nel blu dipinto di blu fantasma son nel quadro l'infernale
errore disabile, l'inno alla natura, il ricordo in poesia.
L'orgoglio colora l'aurora tra le nuvole attendo sveglio
la prima pioggia allo scrosciar dell'acqua a vento
che mi depone sulla terra piangendo. Lascialo!!
Il nero in punizione coatta è reclusa tristezza
dal maggio, al fiorir di rose e fiori odorosi per
amarsi ancora un po', l'angusta sera grigia come
la dolce gratitudine.
Alla mattina la sveglia della vita stà al primo raggio
di sole come va via la luna, le ombre stufe sulla strada
allungano i cipressi d'un viale alberato con i rami seccati
d'ossa e scheletri è un disegno a matita segnato. Tutto è!
Il drammatico cimitero degli stanchi della vita dove
riposano non in pace i giovani corpi morti di vecchiaia.
Il mio, spaventato porpora a chiazze stupito da quel
rosso sangue ch'ancora scivolando dallo stelo resina
a terra la giovinezza dallo studio delle foglie lesina
nel verde a tratti il lucido vigore
sfumato a hoc in un pastellato di colore.
Con sotto io defunto medito vegetale
insieme alla natura romanzata dalla vita
mostra il fior il fiore dei petali sgargianti.
All'insigne dott. Arcobaleno che al fin arriva
esperto celeste decoratore fantastica colori
per gli aggettivi ispirati dal poeta tutte le
mattine sulle tombe marmoree di gesso
dal tempo sfumate.
Con poesie di colori a olio e acquerello
al meglio spennello gli eventi di punta
con virgole al dolor estremo nel cuor inquieto.
Il sole da dietro il monte con i suoi raggi caldi
illumina la vita che si risveglia nel nuovo
paesaggio incantato.