Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Gabriele 
La Madonna della nora 

Nel corpo trasuda sensazioni
dell'anima non è solo un gioco
ma, per guarire all'infinito di fantasia
dall'eterno riaffermarsi dal dolore
tuo deforme nel disabile giro della vita mia.
Come la malattia c'e' l'amore nell'aria
che arricchisce con i ti amo la bellezza
dei sorrisi della stessa vita.
Sono i momenti di realtà
che specchiano nel tempo l'età
attimi d'eventi rogne acquatiche
laghi di frammenti di puzzle rivetriti
culi di bottiglie rotte di strada.
Taglieggiano come l'aria il volto con fendenti
la rabbia arsa noia del rosso papavero
estratto eroina al fiele puzza di brutto
inveisce ...invece,
è bello del suo profumarsi inebriante
di un mazzo di fiori freschi eroi d'affetti
apeggiati del miele pastato dolce
in un campo di girasoli.
Cristo! Unica...
come una statua lignea la vorrei con il viso
di una mamma bella anche se maria non è
beata rilassante d'interior con il cuore ridente
d'espressione deve essere dolce gaudia nel sorriso
come la madonna disseminata in terra in ogni luogo
dovunque a chi prega per riproporre la tua resurrezione.
Sono appassionato...
un po' appannato dal pianto per interesse del guarire mio,
anche per dignità mettici un po' d'onestà.
Io per me da tempo ho pronto come fioretto
una statua della Madonna da venerare se io son miracolato ...
La chiameremo " Madonna della Nora".