Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Gabriele
La diversità

Il contadino nel muovere la zappa, commuove la terra
dalle nuove zolle Dio, regala il raccolto avuto dal
terreno coltivato, dal cielo ringrazia nel veder salvato
il suolo dalla gramigna.
La vita è bella! In un quadretto di sogni nel giro tra i
sospiri d'un purtroppo, Dio consiglia intensamente
di vivere le briciole, quando nel degrado al guado si è
in prossimità della morte… Necessaria scusa del destino
per innovare, senza maledire.
Come la madre che voleva fare la mamma per il figlio
autosufficente nella sua giovinezza porta sulle piccole spalle
il peso del computer gioco tangibile per saper di questa
vita, senza il bisogno d'insegnare i diritti dei valori con
i suoi doveri, son i segni dell'incoscente pedante modernità.
Tutte le cose nel vario mondo sulla terra a lungo andare non
rende, anzi stufa! Nella noia si rovina il piacere di conquistare
l'impossibile poco alla volta assaporando qualcosa di nuovo,
la diversità dell'essere umano.

Potrebbero interessarti