Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/poesia-di-gabriele-il-cantare.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvcG9lc2lhLWRpLWdhYnJpZWxlLWlsLWNhbnRhcmUuaHRtbA==
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti
    Poesia di Gabriele
    Il cantare


    Vivo nel collettivo d'una inutile realtà
    albeggiata da un immaginario vivere
    riproposto, lo ascolto nel vuoto aerato
    all'occorrenza di note imbevute di musica
    di mare con i piedi nudi nella sabbia la
    mente espande la voglia. Dal silenzio un 45 giri
    con stupore gracchia con lo strusciar puntine
    nel girovagare tra le "polvere" valvole un filo di voce
    esce da un vecchio giradischi… Il cantare!
    Così, fantasmi il tuo viso nel passato di ricordi
    impolverato del jukebox ribolle con un rock and roll
    ribelle sveglia la coppia letargarta nel cuore che
    scoppia di sangue nel danzare tango al risveglio
    dal sognar d'ardori muove il mio solito dolore figlio
    con i simili famelici del tanghero di parkinson.
    La sorte si dirada al vertice camminando intorno per
    vedere l'estremo lembo di carne ardente soffrire
    sulla putrida terra.

    Commenti

    Potrebbero interessarti