Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Gabriele (Giampiero Iezzi) -
Così  sia

La vita lunga, quando vissuta bella… Ooh Dio
è, sempre breve come quella della farfalla,
venuto al mondo scelto per essere suolato
da giovane con i capelli castani senza amici
amante di se stesso.
Un bel romanzo, solitario nel fiore della primavera
in pochi giorni al sole dell'estate i petali sono accaldati
del suo vivere in bilico confuso nel profondo cratere
infernale che fluida anche la cenere interiore nell'emozione
la sua gioventù fresca si dilegua in lontananza verso la
vecchiaia lì vede il suo domani… eeh sa che deve morire!
Dio lo merita la vita?
Sappi che sa sopravvivere e in verità con la vita è ancora
in età brillante sorseggia le sue soddisfazioni eeh non sa
come deve morire.
Avvisato da te che è disabile, lui studia come può per
sapere, si documenta sui libri di storia. Mah ahimè,
non c'è nessuno tra i simili che abbia la sua capace umanità
nel documentarsi nessuno torna dall'al di là per raccontare,
forse si trovano bene lì, nella fantasia hanno l'amore,
l'amicizia e la serenità di vivere contenti.
Così sia per sentito dire di una realtà di miraggi nel
deserto delle idee. Cristo! Dove sei
forse tu lo sai meglio come si fà a morire?
Io per il vivere stò bene così anche nel male ti sopporto
dal vero però a essere sincero non so come affrontare
realmente la morte.
Dicono d'una pasquale resurrezione ch'è un gioco celeste
a estrazione, tipo un win life terrestre, come me hanno stregato
collateralmente da secoli tutti indistintamente lo è
un passaggio di vita in diretta dove non sono previste prove
di scena o repliche teatrali è sempre Ok la prima in assoluto.
Mi hanno detto che posso sentire ma, assolutamentente non
posso parlare e gli occhi con il corpo deve restare immobile.
Dimmi Signore, è una via di mezzo necessaria dell'anima per
intraprendere una nuova vita più economica?
Sai qui da noi il commercio della morte, della bara con il funerale
al cimitero con il pianto dei parenti tediosi che stanno tutti
a sopportare non è una formale sceneggiata gratis ma, è tutto
a pagamento anche se poi sarà tutto da dimenticare.
Nel sentire pochi muoiono in santa pace tranquilli nel nome
di Dio eeh molti all'improvviso sono ammazzati per sbaglio
o per dovere.
Ooh Dio così è un suicidio morire in terra non è facile come
nascere costa molti euro qui  è un default.