Poesia di Domenico Marras - Mediterraneo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 Poesia di Domenico Marras
Mediterraneo

Un essere vivente,

vegetale e animale,

in quanto tale e tale

continuare ad essere,

per necessità, deve

soddisfare bisogni

ed istinti dei quali

da natura è dotato;

i quali prevedono

perfino l'uccisione,

quando ciò è necessario

per la sopravvivenza:

vedasi leone e zebra,

il grano e la gramigna.

I poveri immigrati

e i poveri nostrani,

quelli che la mattina,

spinti dai ben pasciuti,

vanno a frugare nelle

cassette della frutta,

devono soddisfare

i suddetti bisogni,

che non si tacitano,

affatto, dividendo

tra tutti gli affamati

le quattro mele marce

e qualche foglia vizza

che il poveretto nostro

riesce a recuperare

dalle ceste dismesse,

come purtroppo avviene

per volontà dei sazi,

ma piantando per loro,

in Italia e in Africa,

ovunque possibile,

orti e alberi da frutto.