Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Domenico Marras
Freddo polare


La Primavera, bellissima,
Adorna di fiori e odorosa
Di delicatissimi profumi,
Di grande e buon cuore,
Sempre la prima a offrire
Tepore all'infreddolito
Mal vestito viandante,
Saputo che i vecchietti
Morivamo dal freddo
E non avevamo una lira
Per comprarci la legna,
Voleva anticipare l'arrivo
Almeno a metà febbraio;
Ma l'Inverno, caratteraccio,
E talvolta anche violento,
Si è strenuamente opposto,
E non lo ha punto permesso.
Soltanto il ventuno di marzo,
Costretto dalle convenzioni
E pressato da tutte le parti,
Ha ceduto, ed è andato via,
Lasciando così, finalmente,
Il posto alla meravigliosa
E molto amata Primavera.