Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-domenico-marras/alghero-bella
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZG9tZW5pY28tbWFycmFzL2FsZ2hlcm8tYmVsbGE=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Domenico Marras
    Alghero bella

    Alghero bella, ti sei lamentata

    per i tanti balconi indecorosi;

    ti sei lamentata per i non pochi

    sacchetti di immondizia buttati

    per le strade da persone incivili,

    venuti da poco dalla campagna,

    ma non ti ho mai sentito dire nulla

    sui luridi cassonetti, dai quali

    le tue belle vie sono deturpate.

    E non solo deturpano le strade,

    ma, spesso, ingombrano i marciapiedi

    e gli accessi alle proprietà private.

    E tanto ingombrano gli accessi,

    che taluni perfino bestemmiano,

    quando, entrando, ci urtano con le buste

    della spesa o colli che hanno in mano.

    Tantissime volte ho parlato, eccome;

    anche se tante altre avrei dovuto,

    anziché tacer e mordermi la lingua,

    per la paura che pure a me scappasse

    la scostumata lurida bestemmia,

    della quale mi sarei, certamente,

    vergognato di quella brutta cosa:

    brutta quanto i luridi cassonetti

    azionati a mano, e non con i piedi,

    come avrebbe voluto intelligenza

    e le norme elementari d'igiene.

    Leggi le più belle Poesie di Domenico Marras

    Commenti

    Potrebbero interessarti