Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-daniel-de-rosa/poesia-di-daniel-de-rosa-a-miio-padre.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZGFuaWVsLWRlLXJvc2EvcG9lc2lhLWRpLWRhbmllbC1kZS1yb3NhLWEtbWlpby1wYWRyZS5odG1s
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     
    Poesia di Daniel De Rosa 
    A mio Padre
    Gelida mano
    carezza la spalla,
    Mai attesa,
    troppo presto arrivata,
    improvvisa!
    Confusione e caos
    nell' ignoto che appare
    è l'impetuoso oblio
    della funesta fine.
    Coma,
    campo di battaglia
    è duello d’infiniti mesi
    d’angoscianti parate
    e duri contraccolpi..
    “Abbassasti la guardia quando non dovevi!”
    La falce colpì
    secca alla testa.
    Fisso il verde
    all’orizzonte sconosciuto,
    sulla pelle il vento
    dell’ultimo respiro
    di violacee labbra:
    Fugge l’anima del corpo mortale
    legato al mio cuore
    l’uomo che non voleva morire.

    Commenti

    Potrebbero interessarti