Login

Pin It

Poesia di Tony Basili
Monte Cellese

La piana s’apre davanti agli occhi
Sul fondo ci son le montagne scure
Ed io, noi, in mezzo come balocchi
Che non vediamo più cose sicure.
Il fumo che nell’aria fredda inquieto
Dai camini esce a fole grigie in cielo
Serpe incerto di qua di là vanendo
Sapor acri portando con un lieve velo.
Questo è gennaio, che sui monti è neve,
Ma il mio terrazzo è caldo, come al mare,
Ed è bello respirar quel ch’è intorno
Che fa rider gli occhi e fa sognare.
 Un dì ci andai, sopra a quel monte,
Che m'apettava, tutto di neve ricoperto,
E vi sffondavo i passi in un lento andare
sotto un cielo chiaro ch’or pare sofferto.
3/7.1.12

 

Pin It

Commenti