Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-antonia-arcuri/poesia-di-antonia-arcuri-nostri-luoghi-incerti.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW50b25pYS1hcmN1cmkvcG9lc2lhLWRpLWFudG9uaWEtYXJjdXJpLW5vc3RyaS1sdW9naGktaW5jZXJ0aS5odG1s
    it-IT

    Valutazione attuale: 4 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
     

    Poesia di Antonia Arcuri 
    Nostri luoghi incerti

     La donna con testa di rose

    è in posa in un angolo

    di biodiversità.

    Vive in condizioni ostili

    si acconcia  un residuo del corpo

    nella banalità del grigio

    senza luci nè ombre.

    Slitta in adattamenti successivi

    in un residuo sospeso di pensiero.

    Compare senza preavviso, per apparire più distante

    in una mossa circolare

    del tempo.

    L’azione è sapiente,

    gioca ad osservare territori délaissé: calca luoghi meno sorvegliati

    dove un sapere altro si è ritratto.

     

    L'anima sosta per abbeverare

    un'arsura di conoscenza,

    nomade e senza memoria

    nei luoghi temporanei

    del terzo paesaggio.

    Commenti

    Potrebbero interessarti