Login

Pin It

Favola di Esopo 
Il leone, il lupo e la volpe

Il leone, ormai vecchio, giaceva malato nel suo antro e lo circondavano le bestie che, tutte, ad eccezione della volpe, erano venute a rendere omaggio al loro re.
Allora il lupo colse l'occasione e cominciò, dinanzi al leone, ad accusare la volpe, che non aveva alcun rispetto per il loro comune signore e per questo non veniva nemmeno a fargli una visita.
La volpe arrivò proprio in questo momento, cosicché udì le ultime parole del lupo.
Il leone l'accolse con un ruggito ostile, ma essa chiese che le desse il tempo di giustificarsi: 
E chi mai, fra tutti costoro che ti stanno attorno, ti ha reso un servizio pari al mio, che ho girato da tutte le parti a chiedere ai medici una cura per la tua malattia e l'ho trovata?
Allora il leone le chiese di dirgli subito in che cosa consisteva la cura, ed essa spiegò:
Nello spellare un lupo vivo e nell'avvolgerti nella sua pelle finché è ancor calda.
E quando vide il lupo messo senz'indugio a morte, la volpe sorridendo, sentenziò:
Non l'odio, ma l'amore bisogna  inculcare nell'animo del padrone.
 
La favola mostra che chi macchina sventure per gli altri tende trappole a se stesso.

Favola sulla sventura

Pin It

Commenti