Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-paolo-muccio/musicando-l-amore.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktcGFvbG8tbXVjY2lvL211c2ljYW5kby1sLWFtb3JlLmh0bWw=
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    Poesia di Paolo Muccio 
    Musicando l'amore

    Opera superba ed infinita
    suonata a quattro mani.
    Nessuno tra i suoi musicisti
    ne conosce la partitura,
    la durata,
    i suoi accordi,
    nessuno,
    meno quell'unico spettatore
    seduto al di là del palcoscenico
    che osserva ed ascolta in religioso silenzio
    in un dolce e compiaciuto assistere,
    sospira.
    Quando l'opera avrà dato tutto ciò che aveva,
    quando l'ultimo degli strumenti
    avrà esalato l’ultimo suo rilascio
    e del riverbero
    non ne sarà rimasto che il riecheggio,
    egli s'alzerà,
    andrà via,
    senza mai volgere lo sguardo indietro
    poiché, per queste grandi opere,
    vi saranno richieste orfane di soddisfazione.
    Il tempo è un veliero inarrestabile
    dallo sguardo perso
    verso l'oasi più vicina.
    E in un attimo poi,
    siamo soli,
    adesso,
    quando

    Commenti

    Potrebbero interessarti