Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-maria-teresa-di-vetta/poesia-di-terry-di-vetta-noi-gente-di-primavera.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktbWFyaWEtdGVyZXNhLWRpLXZldHRhL3BvZXNpYS1kaS10ZXJyeS1kaS12ZXR0YS1ub2ktZ2VudGUtZGktcHJpbWF2ZXJhLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    https://lh4.googleusercontent.com/-bPjN1kEqNm0/UyyM9HY7h-I/AAAAAAAAA74/tHuRrqkg7UU/s128/Copia%20di%2021%20ancora%20pochi%20giorni.jpg

    Poesia di Terry Di Vetta
    Noi gente di primavera

    Ho perso al gioco delle carte
    ma la partita non è ancor finita
    sfido la sorte
    e vivo la vita.
    Ho perso il punto di riferimento
    ma l'ho trovato nel firmamento
    un quotidiano appuntamento
    dove sogno e desiderio
    svelano il mistero.
    Le malsane regole
    come un tetto di tegole
    appesantisce il cammino
    nega il passo al sole
    che vorrei a me vicino
    per riscaldare il cuore.
    Cosa mi manca,
    cos'è che allora c'èra?
    L'anima canta:
    "era la primavera!"
    Insieme a stormi di uccelli
    lo sciacquio dell'acqua dei ruscelli
    primavera tu torni
    ancora pochi giorni
    ricordo di un passo prolungato
    il cuore rimasto senza fiato
    in un respiro solo...
    noi, gente di primavera!

    Commenti

    Potrebbero interessarti