Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-maria-teresa-di-vetta/poesia-di-terry-di-vetta-il-saltimbanco.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktbWFyaWEtdGVyZXNhLWRpLXZldHRhL3BvZXNpYS1kaS10ZXJyeS1kaS12ZXR0YS1pbC1zYWx0aW1iYW5jby5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Terry Di Vetta
    Il saltimbanco

    Si apre il sipario
    di un grande teatro,
    un solo attore,tanti personaggi.
    Con un po' di fantasia,
    e una buona dose di empatia,
    viaggio nell'anima della gente.
    Scruto,osservo,ascolto,
    non mi faccio sfuggire niente
    Come chi studia le stelle,
    e poi sentirle sulla mia pelle.
    Eccomi in una acerba adolescente,
    entro nella sua mente:
    "primi amori,dolci batticuori,
    pianti, forti timori".
    Poi con disinvoltura
    volo a cavallo della luna
    e vesto i panni di lei più matura.
    Vivo i suoi sogni,le aspettative,
    le sue giornate lavorative.
    Poi come per magia
    una mamma prende il via:
    "biberon,orsacchiotti,
    pannolini,gianduiotti".
    Crisi esistenziali, separazioni,
    è infinita la gamma delle emozioni!
    Quel che racconto nella poesia,
    non sempre è storia mia,
    è la realtà che mi circonda,
    io sono solo un onda.
    Un onda di un immenso mare,
    ed è meraviglioso stare lì guardare,
    sentire,osservare,imparare.
    Con la mia veste da saltimbanco,
    mai mi annoio,mai mi stanco!

    Commenti

    Potrebbero interessarti