Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Luciano Gori
Sera d'agosto

I miei occhi pieni
di sonno ribelle,
scorgono una finestra
aperta,illuminata
da anemica luce.

Ascolto gli ultimi
stridori di una cicala,
che poi esausta tace.

Comincia la sua cantilena
un grillo che reclama
la notte.

Chiudo gli occhi assopito,
avvolto da sogni di pace.

La notte sovrana
mira il suo regno.