Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-leonardo-de-luca/poesia-di-leonardo-de-luca-serenata.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktbGVvbmFyZG8tZGUtbHVjYS9wb2VzaWEtZGktbGVvbmFyZG8tZGUtbHVjYS1zZXJlbmF0YS5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    collina
    Poesia di Leonardo De Luca

    Serenata

    Una serenata ho voglia
    di cantare
    per ricordare
    le case abbarbicate
    sull'aspra collina,
    fuse con la roccia viva.
    C'è anche la dimora
    da me abbandonata,
    costretto ad andare
    in lontananza.
    Mi giunge buona nuova,
    che ancora tanta gente
    corre per le strade,
    e alle finestre aperte
    c'è il baluginio
    dei lumi che brillano
    sino al mattino.
    Sono l'annuncio
    Di vigilie di festa:
    di Natale e Capodanno.
    lo che per campare
    ho dovuto emigrare
    vivo le feste
    senza gioia manifesta.
    Gli amici lontani
    che sono in quelle case
    son tanti e ben disposti
    ad aspettare il mio ritorno.
    Per questo sono certo che
    un posto a tavola
    mi hanno prenotato.
    La fantasia mi consola
    e mi ravviva. Solo così bevo meno triste
    un rosso vermiglio
    bicchier di vino.

    Commenti

    Potrebbero interessarti