Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 









Racconti di Poeti Emergenti









Ivana La Grasta















Aorta (marzo 2003)






Una madre è un involucro di vita

Un cordone che qualcuno pensa venga spezzato, reciso, ma si continua a sentire

È la cicatrice sul mio punto di equilibrio

Continua a sanguinare perché sei viscerale

Dal tuo equilibrio dipende il mio equilibrio

Tuoi ormoni sempre in subbuglio…

Il tuo sarcasmo pungente

Da te dipende la mia emotività

la tua noncuranza mi ha fatto essere quella che sono…. affamata d’amore e insieme di valere qualcosa

Tu continui a destabilizzarmi non mi abituo mai ai tuoi modi bruschi

E penso sempre che un giorno capirai quello che sento

Ma nonostante questo il mio debito d’amore è troppo grande

Sono una casa senza fondamenta una quercia senza radici

Ad ogni folata di vento mi sento cadere

Un continuo cadere e rialzarmi

Vorrei recidere questo cordone ma io stessa sono te Sono un tuo braccio una tua parte di pelle, la tua faccia, la vena che porta il sangue al cuore aorta sarà il tuo nome

Da questo cordone strozzato da un nodo si potrebbe sciogliere solo se mettendomi al contrario sembreremmo figure in un mazzo di carte e passando attraverso il cordone sciogliessi il nodo per tornare dentro di te e rinascerei.