Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-giorgio-bongiorno/poesia-di-giorgio-bongiorno-nati-in-pianura.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2lvcmdpby1ib25naW9ybm8vcG9lc2lhLWRpLWdpb3JnaW8tYm9uZ2lvcm5vLW5hdGktaW4tcGlhbnVyYS5odG1s
    it-IT
    Poesie

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    Poesia di Giorgio Bongiorno 
    Nati in pianura 

    A noi
    Figli della campagna padana
    Ritorna sovente
    Nelle giornate d'estate
    Quell'odore umido di afa
    Che negli anni
    Ci è rimasto addosso
    Rivedi all'orizzonte
    La sagoma buia del casale
    I primi timidi bagliori dell'alba
    Senti
    Il respiro del sonno della città
    L'aria greve del grande fiume
    Il disegno scolpito di quel ponte grigio
    Immobile
    La rugiada mattutina
    Nella golena assetata di luce
    La geometria del pioppeto
    Il complice silenzio del vento
    Il fuoco che invade adagio la pianura
    Il canto mattutino del tordo
    Il grido lontano dei renaioli
    E quelle barche intente a scivolare
    Sul filo increspato della corrente
    Una bellezza piatta e liscia
    Senza confini
    Un senso di libertà
    Che da sempre ci portiamo nell’anima

    (2017)

    Commenti

    Potrebbero interessarti