Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gian-luigi-bonardi/poesia-di-gian-luigi-bonardi-il-pappagallo-australiano.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2lhbi1sdWlnaS1ib25hcmRpL3BvZXNpYS1kaS1naWFuLWx1aWdpLWJvbmFyZGktaWwtcGFwcGFnYWxsby1hdXN0cmFsaWFuby5odG1s
    it-IT

    Valutazione attuale: 4 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
     

    Poesia di Gian Luigi Bonardi 
    Il pappagallo australiano 

    Osservo,
    oltre le sbarre,
    il grosso becco curvo
    mordere la rete,
    gli occhietti fissi
    tra spruzzi di piume,
    colori vivaci
    d’una fantasia estrema
    che ti scoppia addosso.
    Osservi
    oltre le sbarre
    la mia curiosità
    in crescita,
    la mia goffa voglia
    di partecipazione,
    la mano che disegna
    oltre la tua voliera
    stravaganti inviti.
    Quel tuo verso irritato
    nasconde l’emozione
    d’un canto prigioniero
    o d’un padrone libero
    disincantato?
    Raccolgo il tuo rimpianto
    e t’immagino in volo
    a colorare il cielo
    d’una terra lontana
    in un altro emisfero.
    Raccogli il mio pensiero
    e t’aggrappi più in alto
    ove meglio scortare
    la tua soddisfazione
    di sentirti protetto
    dalla mia libertà,
    con la tua libertà
    di ritrovarci insieme
    per poterci ammirare.

    Commenti

    Potrebbero interessarti