Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gian-luigi-bonardi/poesia-di-gian-luigi-bonardi-auguri-papa.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2lhbi1sdWlnaS1ib25hcmRpL3BvZXNpYS1kaS1naWFuLWx1aWdpLWJvbmFyZGktYXVndXJpLXBhcGEuaHRtbA==
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Gian Luigi Bonardi 
    Auguri papà 

    Caro papà, che un giorno, con amore,
    mi hai preso fra le braccia, un po’ impacciato,
    e per la prima volta, con stupore,
    hai toccato il mio corpo appena nato;
    caro papà, che eri così fiero
    di mostrare agli amici il tuo bebè,
    e che una volta non ti parve vero
    che in piedi, solo, venissi da te;
    caro papà, che sempre, con pazienza,
    sei stato accanto alle mie confusioni
    donando la saggezza e la prudenza
    necessarie secondo le occasioni;
    caro papà, che con solerte impegno
    mi hai dato il piatto dell’educazione
    e il pane dell’affetto e dell’ingegno
    per il tempo in cui ero “bamboccione”;
    caro papà, che mi hai visto partire
    per la mia nuova strada personale
    e abbracciandomi hai finto di gioire
    per quel triste distacco naturale;
    caro papà, resta ancora a vegliare
    su questo tuo figliolo brizzolato...
    sapendo che ci sei, è bello stare
    a scambiarci un augurio riservato.
    E voi, papà che ora siete lassù,
    benedite la nostra commozione,
    perché questa giornata ancor di più
    sia per tutti una festa d’eccezione.

    Commenti

    Potrebbero interessarti