Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/poesia-di-gabriele-salvo.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvcG9lc2lhLWRpLWdhYnJpZWxlLXNhbHZvLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti
    Poesia di Gabriele -
    Salvo


    Salvo di me quello che posso, se mi conviene
    Signore.
    Alla luce del sole, parkinson mi hai relegato il vivere
    di tutta un'umana esistenza l'ombra di una vita bella.
    Uno schifo! Uno schifo è uno schifo! Che trattiene il
    vivere al guado che incapace soffre accanto alla felicità
    conclamata di altri.
    La verità è la realtà di sogni farciti di fantasia?
    Rappresentante eterno disabile sono regalato con il
    gentil copione per meglio imparare la parte da teatrare
    anche la notte dopo il poetare allupato al chiaro di luna.
    Con i malori nel corpo oggetto l'anima, il corpo, la vita è
    al suo tempo estremo soggetto addetto a sostenere il sacrificio
    dei dolori che tirano resistenti e invasivi… In tutte le direzioni.

    Commenti

    Potrebbero interessarti