Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/poesia-di-gabriele-per-non-essere-piu.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvcG9lc2lhLWRpLWdhYnJpZWxlLXBlci1ub24tZXNzZXJlLXBpdS5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti
    Poesia di Gabriele
    ...Per non essere più

     

    Aspetta! Dimo dove vai? Il buio copre la sinfonia di colori
    in un poetico arcobaleno, quando povero beato sei già
    fregato dal destino maledetto ormonale commilitone con
    la mente realizza una fabbrica di suoni estranei di rumori
    cotonati mezzaluna alle orecchie con un fiore che sibila
    la carezza d'una fiaba in un'aria di dolcezza. Quale fantasia,
    nel rimanere a piedi con i sogni senza scarpe, porto
    con me una busta di plastica dei desideri piena di
    pensieri evaporati dall'anima che vola in un cielo senza Dio
    per Giampiero che merita di più per una vita assassinata
    eeh non sa più cosa fare. Deve arrestare il sistema?
    Se perdermi vuoi! Lasciami Dio o riprenditi l'addolorata vita,
    che nel suo piccolo fa miracoli per sopportare me l'arcigno
    solitario in condominio con quel sproloquio del lunatico parkinson.
    Come due stelle sputate in cielo son spuntate meteoriti
    ognuno verso l'altro per una guerra senza vinti ne vincitori,
    giampiero, aspettando la gioventù persa negli ostacoli della vecchiaia,
    prega: Speriamo che arrivi la morte… per non essere più!

    Commenti

    Potrebbero interessarti