Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/poesia-di-gabriele-niente.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvcG9lc2lhLWRpLWdhYnJpZWxlLW5pZW50ZS5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Gabriele
    Niente!


    Sulla terra, la poesia trascina e fa compagnìa alla vita mia
    con il tempo giramondo regista d'un teatro con scenografie,
    sempre le stesse, dove eventi diversi son colorati con le
    sfumature della cupa tristezza dell'uomo che cambia pelle.
    Con l'età vive le emozioni per affrontare le situazioni dello
    stato d'animo come le stagioni nei loro paesaggi con il meteo
    mutevole, la poesia racconta tutto cio che succede a chi
    avverte attorno a se il sentimento del mondo che lo circonda.
    Così, per strada raccolgo quel che resta di me stesso. Niente!
    Tutto al più i calchi di gesso delle orme del Giampiero
    sofferente nella melma dell'esistenza… tutta strana.
    Dopo anni di singolar tenzone con il nemico parkinson
    ormai comune amico nella vita come nella morte… Sia.
    Dal male raggirato, lo maledice e, prende coscienza di
    quel che è un individuo pazzo allo specchio si rifiuta come
    ignobile disabile che dopo anni compreso lo convive tal
    un lavoro cercando di sorvolare per non stare a pensare
    quanto tenace sia una fastidiosa malattia incurabile con
    la morte alle calcagna… insieme al prete con gli aggeggi
    dell'estrema unzione.

    Commenti

    Potrebbero interessarti