Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Gabriele -
Il solito tran tran


Quando ero… Ero vero!
nel mio io tutto nero.
In verità steso al letto
stò imbevuto solo
ubriaco sono un ratto
d'antica solitudine.
Scornacchiato! Parkinson
Son un uccello
con la salute volatile
gassosa come il vivere
della farfalla.
Dimmi chiaro che vuoi
che non ti vedo cosa
ancor vuoi farmi sopportare.
Lasciami nel mio brodo
a soffrire lento, poi muoio.
Un pò qui, un po' la,… ancora lì
va un po' su dolore sei un
malandrino con i tuoi pizzicotti
una tirata di nervi subito sono
nella rigidita come una statua
del Cristo parkinsuonato
all'infinito tremore.
All'ennesima potenza stò
pazzo per trovare la
posizione delle stranezze
per recuperare parte della
mia tranquillità…
II solito tran tran.

Commenti

Potrebbero interessarti