Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/poesia-di-gabriele-idea-libertina.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvcG9lc2lhLWRpLWdhYnJpZWxlLWlkZWEtbGliZXJ0aW5hLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti -
    Poesia di Gabriele -
    Idea libertina -


    Dove vai idea libertina, devi pagare dazio.
    Dove vai non puoi scappare sei mia ed io ti annienterò
    è la voce che mi ulula il parkisoniano.
    Solita tiritera che accompagna alla recita i solisti del dolore.
    Poco di luce occorre alle idee mie mattutine ferite di plagio
    dal neurone che dallla mente a mitraglia colpisce di  consonante,
    al sacrificio sul campo cadono le vocali .
    le ferite si curano con medicine di grammatica 
    altri muoiono e sono  sostituiti di prammatica.
    E' una fiera continua di eventi, una giostra paesana
    a festa per chi di tutto ciò si diverte.

    Commenti

    Potrebbero interessarti