Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/poesia-di-gabriele-dramma-deccezione.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvcG9lc2lhLWRpLWdhYnJpZWxlLWRyYW1tYS1kZWNjZXppb25lLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti -
    Poesia di Gabriele -
    Dramma d'eccezione -


    Vedo... non vedo rivedo nell'opale ricco di stelle
    due giri a pugni di parole per descrivere nulla di
    eccelsio nale.
    Io ho comprato una sedia che mi guarda  e
    fà giocare i bambini. No problem,  savio sono.
    In vero, nell'io solo non ero.
    Due erranti  anime litigiose in un corpo condominante
    sopravvive la mia immagine distrutta a una "Sola"per
    la realtà da seguire.
    Al sole si scalda della facciata la parte più bella.
    Noi non solo danni, anche doni del Signore
    siamo i suoi esempi  di vita sulla terra.
    Da copiare, non per viltà obbligati a essere osservati.
    Panzanella gustati e, mangiati per fame, fregnacce al forno.
    Con il di dietro ricco  di fortuna nell'andare
    l'avanti con la speranza coloriamo  tutti i fiori
    d'eventi belli  senza eccezione alcuna.
    E' il dramma del dare  fare per amare in cambio
    senza nulla avere per il forziere dell'anima.

    Commenti

    Potrebbero interessarti