Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/poesia-di-gabriele-alieni.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvcG9lc2lhLWRpLWdhYnJpZWxlLWFsaWVuaS5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti

    Poesia di Gabriele

    Alieni

    Negli intervalli di tempo, dei ritornelli di dolore,
    sfogo la rabbia dell'arbitrio male sul diario con
    le sue pagine bianche che raccontano e pesano
    pure, il vuoto interiore vissuto dalla vita mia.
    Dove posso pregare?
    Non si può vivere stremati dal dolore,
    lo stesso… è meglio morire, per Dio!
    Io, vorrei volare dove la vita possa vivere
    ma, ho il vissuto già obliterato dal destino
    con biglietto di sola andata sulla postale
    dell'oblìo: prendo posto e vado su!
    Qui , in cielo la tua sede ooh Dio è bella,
    come l'estiva tenuta papale di Castel
    gandolfo, un microcosmo collage di colori,
    pieno di animali nel verde della natura
    dove, il sentimento nutre se stesso
    con nuove emozioni.
    Un documentario vivente della fauna
    che vive tacita nella flora verde in fiore
    come le parole in bibbia sono l'espressione
    tua del bene di Dio sulla terra…
    Con gli esseri umani sorde iene da sputare
    nel cosmo, morti alieni dal ricordo.

    Commenti

    Potrebbero interessarti