Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/narrativa-di-gabriele.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvbmFycmF0aXZhLWRpLWdhYnJpZWxlLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Narrativa
    di Gabriele


    Su… Narra Giampiero, ti va? O non vuoi
    raccontare il tuo sogno « la mora selvatica
    con il muschio di bosco» a chi ti ha creato.
    Sai, non devi essere arrabbiato con me
    ma, qui  in cielo queste ultime annate solari
    nel mio orto celeste le piante dei miracoli,
    come in terra son arbusti di more selvatiche,
    che non ha dato i frutti gustosi, erano poco prelibati.
    Caro Giampiero, tu non sei un cattivo peccato
    però, cocciuto amante della solitudine, malato
    in un morbo diventi incapace d'esternare i tuoi
    sentimenti attraverso le emozioni… Sei confuso!
    Buon per te già son quelli di quotidiana tristezza
    grigia poi, annerita dal rancore e l'odio che hanno
    teso la vendetta al tuo vivere… È vero, Giampiero!
    Quelle belle le conosci nella fantasia d'un mondo
    strano è disegnato dalla mente per la ragione umana.
    Nell'irraggiungibile celeste il nettare per l'anima son
    le prelibatezze golose, gli affetti da gustare in cielo,
    d'amicizia e amore, per dare felicità con gioia dimenticata
    in terra è l'umanità da abbracciare tutti insieme nel sorriso.

    Commenti

    Potrebbero interessarti