Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gabriele/avvoltoi.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2FicmllbGUvYXZ2b2x0b2kuaHRtbA==
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti
    Poesia di Gabriele 
    Avvoltoi!

    È ridicolo Signore andare via, adesso
    lasciare una vita per una stupida malattia.
    Se passi dall'obitorio di villa pini per motivi
    burocratici non credo che morirò subito,
    non ho i soldi per pagare la tumulazione
    con il funerale… ne avrò per un paio di giorni.
    Io stò lì, il tempo utile a mia moglie per accedere
    a un prestito per pagare il mio funerale... Avvoltoi!
    Lo stretto necessario con il prete per l'estrema unzione
    con l'ultimo viaggio organizzato all'osso… low coast
    eeh tu che vieni a trovarmi non portare i crisantemi pur belli
    io preferisco il tuo sorriso smagliante con un mazzo di rose…
    dai petali rossi, intonando un motivo di Lucio Battisti.

    Commenti

    Potrebbero interessarti