Poesia di Eugenio Zoppis - Il temporale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Eugenio Zoppis
Il temporale

Fragorosa, cade sul tetto

Con schiocchi intermittenti, e batte

Le tegole la pioggia. Lo scrosciare

Effonde dal suolo il suo vapore

Che sale lento, come il fluire

Del tempo sulla terra.

Poi l’aria torna tersa e soffia il vento

Lieve come un sospiro dopo il pianto.

Così lascia che piova, e scorra

La tua vita a scroscio o a goccia.

Quelle che solcano la faccia

Sono lacrime, poi refrigerio

Poi tepore, sollievo e desiderio.

La furia che a volte frusta il viso

Più tardi volge piano in un sorriso:

Ogni sentire umano è passeggero.