Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-eugenio-zoppis/de-libero-arbitrio.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZXVnZW5pby16b3BwaXMvZGUtbGliZXJvLWFyYml0cmlvLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Eugenio Zoppis
    De libero arbitrio

    Padre, … sia fatta la Tua volontà.
    Se epidemie, la fame e la guerra,
    Ti straziano i figli, qui sulla terra,
    Tu lasci sia nostra la Tua volontà.

    Padre, ... sia fatta la mia volontà,
    Ma quando si muore di malattia,
    No, non è arbitrio né volontà mia.
    Punisci forse la nostra empietà?

    Quale sapienza può farci accettare
    Un fine remoto per male e dolore,
    E’ forse soltanto del caso un fattore,
    Oppure il progetto di paterno amare?

    Dio, ascolta, se fosse la volontà Tua,
    Dico, se fosse il Tuo dono di libertà,
    La facoltà di soffrire, non è potestà.
    Io, Ti rendo il mio arbitrio, e cosi sia.

    Leggi le Poesie di Eugenio Zoppis

    Commenti

    Potrebbero interessarti