Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-domenico-marras/poesia-di-domenico-marras-non-mi-vergogno-piu.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZG9tZW5pY28tbWFycmFzL3BvZXNpYS1kaS1kb21lbmljby1tYXJyYXMtbm9uLW1pLXZlcmdvZ25vLXBpdS5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Domenico Marra
    Non mi vergogno più


    Al fin di seppellirvi il mio passato
    Che tanto mi faceva vergognare,
    Ho fatto una profondissima buca,
    Ma così profonda che vi sentivo
    Le bestemmie e la puzza dell'Inferno.
    Rimessa al suo posto l'antica terra,
    Per paura e mia totale sicurezza
    Ho nascosto tutto sotto una grande,
    Impressionante catasta di pietre.
    Ciò nonostante, però, il mio passato
    Mi si presentava spesso davanti
    Con le sembianze di drago infernale,
    Facendomi arrossire di vergogna,
    E, talvolta, morire dalla paura.
    Tutto ciò, finché, un bellissimo giorno,
    Il mio caro amico Agostino Santo,
    Con un profondo discorso sul tempo,
    Dimostrandomene l'inesistenza,
    Non me ne ha eternamente liberato.

    Commenti

    Potrebbero interessarti