Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-domenico-marras/poesia-di-domenico-marras-due-novembre.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZG9tZW5pY28tbWFycmFzL3BvZXNpYS1kaS1kb21lbmljby1tYXJyYXMtZHVlLW5vdmVtYnJlLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Domenico Marras 
    Due Novembre


    Dall'antologia “La Spina e la Rosa”

    A cura di Agostino Pensa

    Associazione Culturale Amici dell'Umbria

    Due Novembre

    E' già sera

    e nessuna persona pia

    ha per l'anima mia

    innalzato preghiera!

    E questo cimitero,

    per un altro anno intero,

    rimarrà lugubre e solingo,

    perciò, in là mi spingo,

    e se qualche vivo vedo

    umilmente gli chiedo

    un atto di carità;

    giacché, per la mia purità,

    basterebbe un' Ave e un Credo.

    Mio Dio, io già vedo

    qualcuno che arriva!

    Ehi, persona viva,

    sconosciuto passante,

    fermati un istante,

    e sulla mia pietra,

    disadorna e tetra,

    prega per l'anima mia!

    Certo! Ave, Maria...

    Mio Dio Gesù,

    Madre Immacolata,

    questa anima purgata

    portatevela su!

    Chi sei adesso so,

    benefattore mio,

    ed oggi stesso a Dio

    di te gli parlerò.

    Commenti

    Potrebbero interessarti