Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

europa uguale merkel
Poesia di Domenico Marras
L'Europa mi fa ridere

L'Europa mi fa ridere
Quando ero ragazzo e la vita dura,
molto, moltissimo più dura di oggi,
a provviste già finite e raccolto
prossimo ma non ancora iniziato,
si prendevano sei, sette covoni,
e su di un'aia del tutto improvvisata,
si faceva manuale trebbiatura.
Si era da qualche minuto iniziato
che già tutte le formiche di zona,
per caso, pure loro tutte nere,
avevano varcato la frontiera.
Appena la famiglia si rendeva
conto che le formiche erano tante,
interi eserciti e tutte affamate,
temendo per la propria sussistenza,
con improvvisate scope di frasche,
iniziava una furibonda guerra,
dalle eroiche formiche sempre vinta.
All'epoca, inesperto ragazzino,
mi adiravo, e molto, moltissimo anche.
Adesso, invece, l'opulenta Europa,
che non è certamente un ragazzino,
e nella quale il grano non scarseggia,
mi fa ridere, perché, come io allora
credevo e contavo di sconfiggere
l'agguerrita fame con una scopa,
lei è convinta e conta di sconfiggerla
Col filo spinato e con l'esercito,
e non inviando in Africa trattori.

Potrebbero interessarti