Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il fuoco di un ardente sogno
Poesia di Aurora Cantini
Il fuoco di un ardente sogno

(per gli ultimi , che non hanno voce)

Era d’autunno il vento freddo
che maligno
artigliava il cuore.
Sulla nuda terra
l’albero solitario
lasciava lacrime e rimpianti.
Intorno sfuggiva al sole
la nebbia del mattino.
Ma dalle sue mani aperte
s'irraggiava liquido
il fuoco di un ardente sogno.
Era il pulsare delle vite spente
di chi luce più non ha
Era l'alito gelido
del dolore fondo
che straccia l'anima
nel suo vorticare giù
Era il livido specchiare
di un mondo perso
ma mai dimenticato
perché quell’uomo, vagabondo
ai margini del buio,
attendeva che qualcuno scaldasse i suoi occhi
e lenisse il suo pianto.
Ma nessun perdono
giungeva al cuore
se non un frettoloso
mormorio di scuse
mentre i passanti si scostavano appena
e rigavano dritto.

Da "Uno scrigno è l'amore" 2007