Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-antonio-basili/poesia-di-tony-basili-la-prigione.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW50b25pby1iYXNpbGkvcG9lc2lhLWRpLXRvbnktYmFzaWxpLWxhLXByaWdpb25lLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Tony Basili
    La prigione

    48)

    Chiunque che per amor si tarpa l’ali

    e finisce in loco che alfin tiene per vile

    se ne sta la sudditanza a macerare

    in una rabbia uggiosa che fa bile.

    Ed è inutile lo sforzo, ché la schiena

    Ti scricchiola e pur tutta la vita

    Inutile ti pare e ti fai un po’ pena

    Sperando con una magia farla finita.

    Ma me ne sto tra le coltri dell’amore

    Ed infine passo l’ore, passo il giorno,

    Ma sento che però mi secca il cuore

    E che mi perdo il tempo senza ritorno.

    Pure a te piace, però certo non sai

    Che questa tua prigion mi fa gran danno

    E se non vedi quel che infine mi fai

    Scapperò da te come da un malanno.

    5.6.06

    Commenti

    Potrebbero interessarti