Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Antonio Basili -
Sepolcri -


Non so se le preghiere per i defunti

Salgano fino al grande nulla

Che nessuno sa dove son giunti

Dopo la morte iniziata dalla culla.


Si prega, però non si sa cosa valga,

A cambiar la rotta a quelli che son morti

Si pensa che d’ogni nodo· siano sciolti

E che sol per chi prega l’orazione valga.


Rimane un freddo corpo nella terra

Che torna con la morte proprio ad essa

E l’anima se c’è,stracotta e lessa,

Va dove nessun sa raccontar·che c’era.


L’anima intera liberata della carne

Non si sa se porta i segni di com’era

Anzi ora forse è integra e sincera

libera d’ogni· peso e dalle tarme.


Non son sicuro di non dire fesserie,

ma il paradiso ed altro non mi garba

ed il limbo e il purgatorio altre idiozie

che fin da piccolo mi fan dir che barba!


Ancor ricordo tutti, da papà ai nonni,

Ma non credo di cambiar le loro sorti,

Il merito è cos’hanno fatto in vita

Pregando non s’annullano i torti.


Ricordo però dei morti per l’esempio

Di quel che hanno fatto sulla terra

Ma non Alfieri o Dante, ma mio padre

Che mi rincuorava col sorriso la sera.