Poesia di Vincenzo Fiaschitello - Veglia notturna

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Veglia notturna

Acini d'uva dorati

all'orizzonte, grappoli

di stelle salutano la lucente

luna che alta si è levata altera

sul cielo blu della silenziosa notte.

Invaso è il cortile dal voluttuoso

profumo del gelsomino,

dove attendo il mattino tra fulgidi

sogni che s'impennano come cavalli

con le criniere al vento.

Ora rosa rotola la luce dell'aurora 

sui roseti e sui rovi che ardono

al canto dei galli dalla turrita testa

pronti all'amore.