Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Si sta come in trincea


Si sta come in trincea, sempre più
consapevoli del progressivo
deteriorarsi del nostro corpo.
E' un bel dire quello di Gianna,
la gentile fotografa, che mi rincuora
dicendomi che sto proprio bene,
che sono sempre giovanile, oggi
che debbo rinnovare la patente di guida.
Profondo mistero del decadere.
Associo l'idea della decadenza
alla mostruosa immagine di un animale
che va perdendo scaglie di pelle.
Briciole dell'esistenza che dalla tasca
lascio cadere come i sassolini di Pollicino.
Ma non ci sarà nessuna via del ritorno
da ritrovare.
Perse di vista le persone amate,
non cerco più la loro presenza
come se non fossero mai state.
Se mi guardo attorno m'accorgo
che da tempo ho corso altre strade,
violenti incroci del decumano
e del cardo di tante deserte città.