Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

sentiero
Poesia di Vincenzo Fiaschitello  
Nell'ora di poesia

Nell'ora di poesia
la molesta vecchiaia
svapora in opache lontananze
e tornano nel cuore, appesi
agli alberi, come frutti saporiti,
i miti dell'antica Grecia e di Roma.
Lo sguardo di Diotima, di Aspasia, di Ipazia,
illumina e richiama la trascorsa
giovinezza, che vide fiorire
nuvole di idee sul suo inquieto cielo.
A voi appartiene il mio cuore,
felice di sfuggire al cicaleccio
di ogni sera, importuno e vuoto,
dell'agorà televisiva,
felice di partecipare al simposio
da te apprestato, Platone, che hai
tracciato la via della nostra civiltà,
capace ancora di sedurmi alla vita,
pur tra rinunce rimpianti e poche gioie.
Di sentieri rossi d'autunno, come
desideri intensamente colorati,
tu sei fatto, mondo, che vai verso
il tramonto e hai smarrito la gloria
e l'orgoglio del tempo che fu.