Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

poesie rosa
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Mia poesia che t'apri

Mia poesia che t'apri
come un sorriso arrotolato
sul viso e sulle labbra,
esci allo scoperto,
marmo estratto
dalle cave apuane.
E se ti scopri fredda,
ripetitiva, statua di frivola
bellezza, perdona il tuo autore
che con mano ridicola
pensava di impastarti con lingua
dolce e piana, senza rima né metro.
Ma se guardi dietro, vedi
che sopra ti sta il brillìo
della struggente luna, catturata
tra le nuvole: ti abita
il profumo del mare che va e viene
e l'amore mobile e fulgente
dell'uomo che sogna.
Ora cammina e vai a scucire
il sacco di memorie e passioni
di chi ti legge e t'ama!