Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Le mani del crepuscolo

Torrenti di pioggia ha lungamente bevuto
il giorno ed ora prima del tramonto
si specchiano fiochi raggi di sole
nelle larghe pozzanghere
dal volo delle rondini lambite.
Un soffio di gelido vento
sfiora il livido volto d'ignoto astante,
così distante dalla mia attenzione,
e con un brivido da parte a parte
mi trapassa se d'improvviso un pensiero mi riapre alla realtà.
Per un istante ho incontrato me stesso,
senza nemmeno riconoscerlo.
Lascio che le mani del crepuscolo
frughino nel mio cuore
perché facciano defluire lentamente inutili languori,
timorosi dubbi, polverose certezze,
ogni sgomento per un reale, spirale del nulla.