Poesia di Vincenzo Fiaschitello - La breve gioia
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
La breve gioia

Appena ieri eri fanciullo,

colpivi di testa e in rete 

insaccavi, tutti a battere

le mani e a empire di grida

le ore del meriggio estivo.

Ma se rammenti bene

non c'era rete alcuna

alle spalle del portiere,

trafitto nell'orgoglio,

c'era solamente il sole ardente,

c'erano gli angoli del vicolo

a far da pali che certo

lasciavano l'arsura in gola,

tale e quale, e forse più di prima

della breve gioia.

Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti