Login

Poesia di Vincenzo Fiaschitello - L'altra riva

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
L'altra riva

Cadono gocce dalle gronde

dei tetti, il vento spira

e scrolla degli alberi le fronde,

sogna il tuo cuore e sospira.

Ombra è per me il sentiero

che s'inerpica sul monte

là dove soltanto ieri

sfiorai la tua mano sul ponte

di legno posato sul torrente

dalle acque saltellanti tra i sassi

e i boschi di larici roveri e robinie.

Senza pause si affacciano ricordi

di cose, di tempi, di occhi spariti

nel nulla. Ora so della nudità 

della nostra esistenza finita.,

assediata da un finto vuoto

radicato su errori e omissioni.

Sfavilla una speranza nella notte

che lotta contro l'inganno che fu.

E tutto è pace, tutto è amore

lungo i crinali di un passato 

che non sa che farsene di un possibile

che comunque non è stato.

Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti